Pericolo dirottamento Direzione Interregionale Agenzia delle Dogane: Catanzaro alzi la voce

Catanzaro, Lunedì 12 Marzo 2018 - 19:51 di Redazione

L’agenzia interregionale Calabria-Basilicata delle Dogane dev’essere ricollocata a Catanzaro. La decisione assunta dal Comitato di Gestione delle Dogane e dei Monopoli con tanto di delibera (n. 359 del 28 febbraio) ha ripristinato la sede nella sua collocazione naturale ossia il Capoluogo di Regione. Ricordiamo, infatti, che la sede delle Dogane calabresi fu pilatescamente collocata a Reggio Calabria solo a seguito di una scriteriata decisione del Consiglio di Stato. Decisione che, se letta attentamente, fa trasparire che le motivazioni furono solo di natura politica e non funzionali. Fu solo l’ennesimo colpo di mano di Giuseppe Scopelliti che, cavalcando l’onda del centro destra reggino, riuscì a scippare l’importante Ente a Catanzaro nonostante la seconda sezione del TAR del Lazio avesse dato ragione alle istanze e prerogative della città Capoluogo. Nella sentenza n. 4789/2008 (che oggi viene tanto citata da esponenti politici e sindacali reggini) il Consiglio di Stato, avrebbe dovuto porsi in posizione di terzietà nella vicenda e non entrare nel merito. Invece il Consiglio di Stato andò “oltre” e trovò il modo di dare il benestare alla città dello Stretto addirittura con un’interpretazione letterale del regolamento delle Dogane e dei Monopoli. In Italia le sedi centrali delle Dogane sono ubicate nei Capoluoghi di Regione tranne in Calabria. Oggi, fortunatamente, a distanza di dieci anni da quella insana e vergognosa decisione il Comitato di Gestione delle Dogane ha preso contezza dell’errore e ha forse riassegnato la sede a Catanzaro. Usiamo il forse perché da quanto dato sapere il Sindaco di Reggio, Giuseppe Falcomatà incontrerà il Ministro Delrio per tentare di bloccare l’iter ormai avviato. Manca, infatti, la firma del Ministro per ratificare la decisione del Comitato di Gestione delle Dogane. Non sappiamo se il Sindaco Abramo, di contro, si sia mobilitato per evitare l’ennesima prevaricazione nei confronti di Catanzaro. Informiamo il Sindaco Abramo, qualora nessuno gli avesse detto nulla, che la sentenza su cui si appellano i reggini gli si ritorce contro poiché conferisce al Direttore dell’Agenzia il potere di variazione del numero e della competenza territoriale delle Direzioni regionali in ragione di motivi di economicità e di razionale organizzazione dei servizi. E poiché oggi il Direttore del Comitato di gestione Giovanni Kessler ha deciso che la sede interregionale di Calabria e Basilicata, anche per ragioni logistiche evidenti, sia ubicata a Catanzaro, non tollereremo l’ennesima mortificazione da parte del Ministro Delrio che è bene dirlo, non è quello competente in materia, ma  bensì è il Ministro delle Finanze, Padoan. Pertanto invitiamo il Sindaco Abramo ad interpellare la deputazione catanzarese e ad attivarsi immediatamente per vedere applicata la decisione assunta nella delibera n.359 del 28 febbraio u.s. dal Comitato di Gestione delle Dogane e dei Monopoli. Inoltre, alla luce del paradossale servizio della Tgr Calabria che ha già bollato la vicenda come “assurda”, prendendo le difese mediatiche della città di Reggio Calabria DIMENTICANDO PER L’ENNESIMA VOLTA DI ESSERE UN SERVIZIO PUBBLICO REGIONALE, chiederemo che venga convocato un consiglio comunale ad hoc per riaprire la questione anche della sede regionale della Rai, perché davvero non se ne può più. 

CARA CATANZARO



Testata Registrata al Tribunale Catanzaro N.R. 1078/2011 N.R.S. 12   |   Direttore Responsabile Alessandro Manfredi   |   P.Iva 03453040796 Media Web srls
Tutti i diritti riservati ©   |   Autorità per le garanzie nelle comunicazioni - ROC NR. 21658 2code 2code