Finanziato progetto di inclusione sociale dei soggetti svantaggiati attraverso il pugilato

Catanzaro, Lunedì 12 Marzo 2018 - 14:37 di Redazione

Un finanziamento di 100mila euro per realizzare un progetto di inclusione sociale dei soggetti svantaggiati attraverso il pugilato. La somma, stanziata dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, ha premiato l’idea lanciata dall’asd “Sport ring” Catanzaro con la partnership del Comune capoluogo. Il progetto “Nessuno escluso” ha ricevuto 100 punti su 100 nella graduatoria ministeriale, uno dei cinque su 500 partecipanti che ha ottenuto il massimo, ed è stato redatto in linea tecnica dal coach Nicola Brutto e promosso dall’associazione presieduta da Paolo Morace. L’iter per l’adesione al bando ministeriale è stato seguito dall’ingegnere dello staff del sindaco, Rossana Gnasso, e ha recepito la direttiva dello stesso primo cittadino, Sergio Abramo. Nello specifico, “Nessuno escluso” prevede col tramite della boxe l’inclusione di persone richiedenti asilo, affette da disabilità, donne vittime di violenza, in difficoltà economiche o con situazioni familiari critiche, tramite una sinergia costante e concreta fra la “Sport ring”, il Comune di Catanzaro e altre istituzioni e organizzazioni no profit che operano nel territorio del capoluogo e nella sua provincia. “L’antica arte del pugilato può essere mezzo di integrazione sociale, promozione delle pari opportunità e contrasto a ogni forma di discriminazione, strumento di educazione e catalizzatore di valori universali positivi oltre utile ad aumentare il benessere fisico delle persone”, hanno detto Morace e Brutto ringraziando il sindaco Abramo, l’ingegnere Gnasso e l’ex assessore Giampaolo Mungo per il supporto, “tutti e tre fondamentali per garantire la riuscita del progetto e vincere il bando ministeriale”. “La collaborazione fra Comune e altre istituzioni con le associazioni, sportive e non, che realizzano progetti finalizzati ad accrescere l’inclusione sociale è la strada maestra da seguire in territori complicati e pieni di problemi come la Calabria”, ha affermato Abramo. “Questa della “Sport ring” è un’iniziativa lodevole e meritoria che non a caso ha ricevuto il giusto riconoscimento da parte della Presidenza del Consiglio dei Ministri”, ha aggiunto il sindaco. “La collaborazione fra pubblico e privato ha permesso di centrare, anche in questo caso, un risultato molto importante che avrà benefici positivi sul territorio e aiuterà a migliorare l’incisività nel tessuto sociale intervenendo a favore di soggetti svantaggiati”.



Testata Registrata al Tribunale Catanzaro N.R. 1078/2011 N.R.S. 12   |   Direttore Responsabile Alessandro Manfredi   |   P.Iva 03453040796 Media Web srls
Tutti i diritti riservati ©   |   Autorità per le garanzie nelle comunicazioni - ROC NR. 21658 2code 2code