Armonie d'Arte Festival, stasera Elio e Francesco Micheli al Parco Scolacium

Catanzaro, Venerdì 06 Luglio 2018 - 09:39 di Redazione

Il luogo materiale e immateriale che da 18 anni ospita Arte e Cultura ai più alti livelli internazionali, così come nuove produzioni, prime ed esclusive, nuove proposte di giovani artisti del territorio e pubblico da ogni dove italiano e straniero, ovvero il fascinoso Parco Archeologico Scolacium a Roccelletta di Borgia (cz), e l’eclettico Armonie d’Arte Festival diretto da Chiara Giordano, ancora una volta protagonisti della scena spettacolistica: venerdì 6 luglio h. 22.00 un lavoro originalissimo, sorprendente, fantasioso e acuto, affidato alla simpatia estrosa e al creativo trasformismo di Elio (in questo caso senza Le Storie Tese,) uniti all’arguta sapienza di Francesco Micheli. Il titolo è “CANTIERE OPERA”, simbolicamente dedicato a Gioacchino Rossini nei 150 anni della morte, offerto dalla Fondazione Centodieci e con il sostegno della Fondazione Pavarotti. Un lavoro in cui l’opera lirica e i suoi protagonisti diventano Io spunto per un gioco colto, ma assai divertente non solo per un pubblico di amatori del genere, ma davvero per tutti.Insolito e intrigante il concept ispiratore: l’opera lirica per almeno due secoli è stata il mezzo di comunicazione più diffuso al mondo, e ora “Nonna Opera”, pur invecchiando, non ha smesso di essere attiva e pimpante, anche mentre le figliole ce la mettevano tutta per farsi strada nel mondo: cinema, televisione, internet.“Cantiere Opera” è un modo allegro, e per tutti, di ricostruire l’albero genealogico della grande Opera italiana, per giocare con i tutti i membri di questa famiglia pazzesca come a un cenone di Natale: un gioco di società molto serio in cui facciamo incontrare l’anziana signora Opera con tanti amici e parenti: la letteratura, la pop music, il cinema e la tv. Ospiti d’onore? I compositori medesimi: grazie alla magia dell’Opera (e al potere trasformistico di Elio) prenderà forma sul palco  il grande Rossini: video, letture, improvvisazioni, cantanti d’opera, battibecchi, con amori, tradimenti, gesti eroici, e così, “ridendo e scherzando”, si porgerà una visione ricca di spunti storici ed artistici di uno dei mondi più connotanti l’identità italiana.

A fine spettacolo sarà anche possibile acquistare, con un firmacopie degli autori, il libro L'opera è polvere da sparo di Francesco Micheli e Elio (Editore Rizzoli).

“Che idea avete dell’opera lirica? Vi sembra una vecchia nonna, acciaccata, che abita in una casa cadente e piena di polvere? Aprite questo libro e salterete in aria. Altro che polvere. Semmai è polvere da sparo! Pensateci - suggerisce il regista Francesco Micheli – : ancora oggi, dopo un paio di secoli di successi, l’opera continua a essere lo spettacolo dal vivo più diffuso al mondo ed è grazie a essa se, dappertutto sul pianeta, si parla la nostra lingua. L’Italia, per il resto povera di materie prime, detiene infatti un immenso giacimento aureo di musica e teatro. Solo che noi italiani, spesso, ci dimentichiamo di averlo.

Ed è per questo – ci dice ancora Micheli – che trascinati dalle arie, conquistati da protagonisti come Rigoletto, Tosca o Norma, da vicende irresistibili quali quelle del Barbiere di Siviglia o dell’Elisir d’amore e dalle stesse vite dei compositori, con Elio abbiamo deciso di richiamare fra noi i Favolosi 5 con una serie di funambolesche sedute spiritiche; ne è nato questo libro, oltre anche allo spettacolo, che è insieme la storia dell’opera lirica più pazza del mondo, una chiacchierata fra amici di secoli diversi e un viaggio alla scoperta di un prodigio del made in Italy, paragonabile al segreto del parmigiano reggiano o alla ricetta della pasta con le sarde, un’arte tramandata dai nostri padre e fatta di cultura ed emozioni, Storia e storie, tragedie e frivolezza, moda e fantasia; e naturalmente di musica, melodie, colpi di teatro: In queste pagine avremo il Rossini rivoluzionario che ha fatto piazza pulita dei vecchi parrucconi, Bellini lo sciupafemmine, bello e dannato, Donizetti, bulimico della musica, fino a diventar pazzo. E Verdi, cantore d’Italia.

Senza dimenticare Puccini, l’uomo che ha inventato il cinema ! Per chiunque, anche per chi non ha mai assistito a un’opera, sarà l’inizio di una grande storia d’amore”. Dunque Armonie d’Arte Festival si prepara ad un nuovo appuntamento da ricordare, in attesa degli altri grandi artisti in cartellone, star internazionali, come Caetano Veloso, Pat Metheny, Scofield e Medesky, tra molto altro in programma per questa estate che si annuncia ancora una volta di altissimo livello a Parco Scolacium: dalla lirica alla danza, al teatro.  Ogni info su www.armoniedarte.com



Testata Registrata al Tribunale Catanzaro N.R. 1078/2011 N.R.S. 12   |   Direttore Responsabile Alessandro Manfredi   |   P.Iva 03453040796 Media Web srls
Tutti i diritti riservati ©   |   Autorità per le garanzie nelle comunicazioni - ROC NR. 21658 2code 2code