Conto alla rovescia per la rappresentazione del “Don Giovanni” di Mozart al Politeama

Catanzaro, Sabato 06 Ottobre 2018 - 16:03 di Redazione

E’ iniziato il conto alla rovescia per la rappresentazione del “Don Giovanni” di Mozart che aprirà ufficialmente (fuori abbonamento) la stagione artistica 2018-2019 del Politeama Mario Foglietti. L’opera lirica, dedicata alla memoria del mecenate della cultura cavaliere Giovanni Colosimo, è in programma per domenica 21 ottobre. L’allestimento, curato dal Sovrintendente Gianvito Casadonte e dal direttore generale Aldo Costa, prende velocemente forma, attraverso un cronoprogramma stringente che vedrà impegnate tutte le strutture della Fondazione. Casadonte ha intanto confermato che regia e scenografia sono state affidate a due maestri nel loro genere: Luciano Cannito e Michele della Cioppa. Cannito – che ha già diretto per il Politeama l”Otello” – è uno dei registi e coreografi italiani più affermati. Per anni ha diretto il Corpo di Ballo del Teatro San Carlo di Napoli e il Corpo di Ballo del Teatro Massimo di Palermo. E' stato Direttore Artistico del Balletto di Roma, del Balletto di Napoli, della stagione di Balletto del Teatro Petruzzelli di Bari, della Biennale Danza e Italia di Pesaro. Presidente e membro di giuria dei più importanti concorsi e premi internazionali di danza e coreografia. I suoi lavori sono stati rappresentati nei più prestigiosi teatri e festival in tutto il mondo‚ tra cui il Metropolitan di New York‚ La Scala di Milano‚ il Teatro San Carlo di Napoli‚ l’Orange County Performing Arts Center di Los Angeles‚ il Place des Artes di Montreal‚ il Teatro dell’Opera di Roma‚ il Grand Theatre de Bordeaux‚ il Teatro dell’Opera di Tel Aviv‚ il Teatro Sistina di Roma‚ il teatro dell’Opera di Ankara, il Teatro Nazionale dell’Estonia‚il Teatro dell’Opera della Georgia, il Festival Roma Europa‚ il Teatro Comunale di Bologna, il Maggio Musicale di Firenze, il Tulsa Ballet in Oklahoma, il Teatro Nazionale di Taiwan, il Teatro Nazionale di Hong Kong, il Teatro dell'Opera di Nizza, il Teatro Nazionale di Taiwan, il Teatro Bolshoi di Mosca. Come regista ha diretto opere liriche (Orfeo ed Euridice, L'Heure Espagnole, L'enfant et le sortileges, Il Barbiere di Siviglia, Otello), lavori di prosa ( Travolti, Fast Love, Le menzogne della Notte),  musicals (Un Americano a Parigi, La Bella e la Bestia), cortometraggi (Santa Rosalia, Il Padrino),  ed il multipremiato film per il cinema  "La Lettera". Michele Della Cioppa dal 2015 ricopre il ruolo di Direttore degli Allestimenti Scenici presso il Teatro dell’Opera di Roma. Nato a Napoli, ha frequentato l’Accademia di Belle Arti, corso di Scenografia, nella stessa città e il Centro Sperimentale di Cinematografia a Roma. A lungo scenografo collaboratore di Mauro Carosi per spettacoli in Italia e all’Estero con registi tra i quali: Roberto De Simone, Alberto Fassini, Mauro Bolognini, Fabio Sparvoli, Tobias Richter. Tra gli spettacoli di prosa, opera e balletto di cui firma le scene ricordiamo: La Muette de Portici, regia di Misha van Hoecke, Ravenna Festival, 1991; Il canto dell’usignolo, regia di Glauco Mauri, Teatro Romano di Verona, 1992; Falstaff, di G. Verdi, regia di Ivo Guerra per l’ Opera de Bordeaux nel 1993 e nel 2004 e al Teatro Valli di Reggio Emilia nel 2000; riallestimento dell’edizione storica del ballo Excelsior nel 1996 al S. Carlo di Napoli e nel 1999 alla Scala di Milano, regia di Filippo Crivelli; Arianna a Nasso, per il Teatro Petruzzelli di Bari e Medea, al Teatro Verdi di Sassari, 2004, regia di Giuseppe Sollazzo; I Puritani, regia di Paolo Panizza, 2008; Lucia di Lammermoor per il Csokonai Színház di Debrecen, Ungheria, 2009, regia di Marco Spada. Collabora con il regista Enrico Conforti per Manon Lescaut a Taipei e nel 2011 firma le scene di Madama Butterfly, regia di Maurizio Di Mattia, a Seoul. Dal 1996 è nella Direzione degli Allestimenti Scenici del Teatro dell’Opera di Roma, per il quale firma le scene di: Astor; Serata Romantica; La Sylphide; Lelio; Trittico 900, regia di Tito Schipa Jr; Il Mondo delle Cose senza Nome, regia di Nello Cioffi; Chopin racconta Chopin, regia Beppe Menegatti; The Illusionist, insieme a Lindsay Kemp; Brundibar, regia di Cesare Scarton, Cenerentola, coreografia di Derek Deane, oltre a varie favole musicali per ragazzi (La leggenda del Fiore di Lino, Viaggio verso il Sole, Ulisse) in cui il progetto scenografico si arricchisce di videoproiezioni create dallo stesso. Sono sue anche le videoproiezioni di Mefistofele di Boito, regia di Filippo Crivelli realizzate nel 2010 al Costanzi. Tra gli ultimi lavori a cui partecipa in qualità di scenografo si ricordano: Il Barbiere di Siviglia di Paisiello e il dittico “I due timidi – La notte di un nevrastenico” di Nino Rota, per il Reate Festival nel 2016 e 2017, regia di Cesare Scarton.



Testata Registrata al Tribunale Catanzaro N.R. 1078/2011 N.R.S. 12   |   Direttore Responsabile Alessandro Manfredi   |   P.Iva 03453040796 Media Web srls
Tutti i diritti riservati ©   |   Autorità per le garanzie nelle comunicazioni - ROC NR. 21658 2code 2code