Al Circolo Placanica Ettore Castagna racconta destino, fortune e miserie della Calabria del ‘600

Catanzaro, Domenica 11 Marzo 2018 - 17:36 di Redazione

Un inedito “sabato sera” al Circolo Culturale Augusto Placanica, che per una volta ha rinunciato al suo consueto Mercoledi per “intercettare” Ettore Castagna, nostro concittadino, antropologo, musicologo e musicista,  in occasione dell’uscita del suo primo romanzo “Del sangue e del vino” .  Il romanzo, edito da Rubbettino per la collana “Che ci faccio qui?”, narra le sorti di una famiglia esule da Creta, che giunge sulle coste calabresi sul finire del ‘600. Una (quasi) classica saga familiare, che nel compiersi del proprio destino, dà occasione a Castagna di raccontare ambienti, tradizioni, fatti, detti, proverbi, propri della nostra terra, alcuni quasi dimenticati, che ci dànno ragione e contezza di una storia e una cultura che il tempo ha in parte annacquato, se non del tutto dimenticata. Col taglio e lo sguardo dell’antropologo,  Castagna, che come tanti soci del Circolo ha alle spalle il Liceo Galluppi di Catanzaro, ha rievocato gli anni della sua formazione e l’influenza che la sua famiglia ha avuto sulle sue scelte e sugli studi successivi, e sollecitato dal Presidente del Circolo, ha chiuso la serata con le lettura di una suggestiva pagina del suo romanzo, e con l’annuncio dell’imminente  uscita del suo prossimo libro che avrà come oggetto proprio la Catanzaro dei suoi anni giovanili. Appuntamento al Circolo Mercoledì prossimo, 14 Marzo, con una nuova lectio del Nuovo Corso di Letteratura Italiana, a cura Del Prof. Luigi La Rosa.



Testata Registrata al Tribunale Catanzaro N.R. 1078/2011 N.R.S. 12   |   Direttore Responsabile Alessandro Manfredi   |   P.Iva 03453040796 Media Web srls
Tutti i diritti riservati ©   |   Autorità per le garanzie nelle comunicazioni - ROC NR. 21658 2code 2code