La mostra di Zicchinella nella storica galleria d’arte milanese Cortina

Catanzaro, Domenica 04 Marzo 2018 - 08:21 di Redazione

La storica galleria d’arte milanese Cortina dedica una mostra antologica all’artista Joseph Zicchinella per i sui vent’anni di attività. L’artista realizza le sue opere con un mezzo espressivo sperimentale, unico nel suo genere che denomina "transcollage", una fusione di pittura e materia nel plexiglass presentato per la prima volta a Roma nel 1998. La mostra antologica dal titolo “incontri e residui” è curata da Stefano Cortina e Giovanni Cerri e rimarrà aperta dal 13 al 31 marzo 2018. L’esposizione riassume con più di 30 opere l’originale percorso di ricerca dell’artista di origini calabresi che da qualche anno vive e lavora a Verona.  Un lungo cammino dunque quello compiuto da Joseph Zicchinella che ha frequentato il liceo artistico e l’accademia di belle arti di Catanzaro la sua città d’origine e che dalla seconda metà degli anni novanta è attivo con la sua arte sperimentale nel panorama artistico contemporaneo. L’arrivo a Roma nel 1998 appena terminati gli studi con le sue primissime opere fuse nel plexiglass su base di ritagli di carta e materiali eterogeni, segnano l’inizio di un approfondito percorso di ricerca e studi sulla materia e sulle molteplici possibilità di impiego creativo che essa può dare. Ne nascono opere inedite e suggestive uniche nel loro genere. Un percorso di ricerca supportato da approfonditi studi e da un solido bagaglio di conoscenze tecniche e culturali unite ad un percorso concettuale che prosegue di pari passo con il farsi dell’opera.  Nel corso degli anni, l’originale ricerca di Joseph Zicchinella ne ha fatta di strada con la partecipazione a mostre personali e collettive in tutte le maggiori città italiane, in Germania, Spagna, Francia, Belgio e nel 2012 alla Broadway Gallery di New York, l’artista oltre alla passione per l’arte dal 2015 è anche  titolare della cattedra di Tecniche di Rappresentazione Grafiche  presso l’istituto superiore statale per la Moda di Verona dove attualmente vive e lavora. .   Stefano Cortina, titolare della storica galleria milanese attiva fin dal 1962 nata per mano del padre Renzo, così scrive a proposito di Zicchinella:  Il collage, dalle sue prime forme più mimetiche e satiriche dell’antipropaganda di John Heartfield, fino alla sua emancipazione in quanto vero e proprio mezzo espressivo in epoca dadaista, ritorna oggi trionfante sul palcoscenico dell’arte contemporanea grazie alla nuova vita che artisti come Joseph Zicchinella gli hanno voluto donare. Il “transcollage” di Zicchinella sembra, appunto, tentare di fondere più linguaggi in uno, di modo da creare qualcosa di inedito, Il tutto viene poi racchiuso in un blocco di plexiglass atto a dare un ruolo concreto ad ogni opera rendendola non più mera decorazione ma oggetto partecipe di una vita che le scorre d’innanzi.   L’artista Calabrese, dunque, festeggia il suo ventesimo anno di carriera all’interno di uno storico spazio culturale, la storia della galleria Cortina riguarda da vicino Milano, ma attraverso la sua attività, gli artisti esposti, le mostre allestite, coinvolge il mondo dell’arte ben aldilà dei confini nazionali. Diversi sono stati gli artisti, intellettuali, scrittori, personaggi dello spettacolo che sono passata dai Cortina: Andy Warhol, Mimmo Rotella, Lucio Fontana, Mickey Spillane, Erich Segal, Alberto Bevilacqua, Indro Montanelli, Salvatore Quasimodo, Alberto Moravia, Dino Buzzati, Federico Fellini, Vittorio Gassman, sono solo alcuni dei personaggi noti lì richiamati negli anni. Una storia d’arte e cultura che non si è mai fermata e che continua con le opere dell’artista Joseph Zicchinella.   Zicchinella nel corso di questi venti anni di attività artistica è stato protagonista con diversi premi e concorsi artistici che lo hanno portato con merito all’attenzione della critica e del pubblico, fra i più significativi si possono ricordare: -nel 1999 alcune sue opere sono scelte dal critico e storico dell’arte statunitense John Spike per la seconda edizione della biennale di Firenze ed esposte nelle sale della Fortezza da Basso. -nel 2005 la commissione selezionatrice presieduta dal critico d’arte Luca Beatrice nell'ambito della manifestazione artistica nazionale “Pagine-Bianche-D’autore” promossa dal gruppo Seat Pagine Gialle in collaborazione con il l Ministero per i Beni e le Attività Culturali; premia l'artista e pubblica una sua opera dal titolo “Forme e Spazi” all'interno delle settecentomila copie degli elenchi telefonici distribuiti in Calabria. -nel 2004 con una sua opera in plexiglass dal titolo “prigionieri” è finalista al concorso artistico di livello internazionale “morbidamente donna” indetto a Milano dalla casa di moda Elena Mirò, (Gruppo Miroglio S.P.A.) selezionato da una giuria qualificata presieduta dal critico d’arte Vittorio Sgarbi. -nel 2016 con l’opera “Il grande indice“ (esposta a Palazzo Bastogi di Firenze) è selezionato da una giuria di esperti tra 24 artisti finalisti; scelto su oltre 600 partecipanti al premio nazionale EneganArt concorso artistico di arte attuale che supporta i più promettenti artisti del panorama nazionale   L’esposizione antologica dedicata a Joseph Zicchinella sarà Inaugurata martedì 13 marzo 2018 ore 18:30. Catalogo disponibile in galleria con testi di Francesca Bellola e Carlo Carlino.



Testata Registrata al Tribunale Catanzaro N.R. 1078/2011 N.R.S. 12   |   Direttore Responsabile Alessandro Manfredi   |   P.Iva 03453040796 Media Web srls
Tutti i diritti riservati ©   |   Autorità per le garanzie nelle comunicazioni - ROC NR. 21658 2code 2code