Con il Progetto “Sorrisi” gli istituti comprensivi calabresi si incontrano in un e-book

Catanzaro, Lunedì 17 Aprile 2017 - 19:34 di Redazione

Ha preso il via nei giorni scorsi la quarta edizione del Progetto“Sorrisi”, promosso dall’associazione Fantàsia, in collaborazione con lacasa editrice catanzarese La Rondine, e rivolto ai bambini degli IstitutiComprensivi di tutto il territorio calabrese. L’iniziativa, fin dal suoesordio, è finalizzata a educare i più piccoli alla lettura attraverso illibro inteso come finestra aperta sul mondo e strumento ideale per lacrescita cognitiva ed emotiva. Attraverso un percorso di laboratori basatisul gioco e l’improvvisazione creativa, i piccoli alunni anche quest’annosaranno chiamati a comporre tutti insieme una nuova storia collettiva, conle parole ed i personaggi partoriti dalla loro fantasia. Il progetto èstato ritenuto meritevole di sostegno da parte della Regione Calabria,nell’ambito delle attività finanziate dalla Legge regionale per il dirittoallo studio, e coinvolge cinque istituti comprensivi per ciascunaprovincia: *l’IC “Don G. Maraziti” di Marcellinara (CZ), l’IC di Rogliano(CS), l’IC “Abate Fabio Di Bona” di Cutro (KR), l’IC “Giovanni Falcone –Paolo Borsellino” di Caulonia (RC) e l’IC “A. Tedeschi” di Serra San Bruno(VV). *L’obiettivo prefisso dall’associazione – guidata dal presidente LeonardoRuffo, musicista e assistente sociale, affiancato dall’operatore teatraleSerafino Mazzei – è quello di favorire l’inclusione sociale, tramite lacollaborazione tra le diverse classi coinvolte e la conoscenza reciproca,accompagnando i ragazzi nella realizzazione di un unico ed originaleprodotto editoriale scritto a più mani. I laboratori, che si protrarrannofino al mese di maggio, si basano su un’interazione fra il libro e ilteatro usando come punto di contatto ciò che nei bambini esiste già nellasua forma più autentica, il gioco, attraverso cui educare ai valoridell’ascolto e della condivisione. “Attraverso l’improvvisazione –raccontano i promotori di Fantàsia - si lavora sulla libera espressionefacendo in modo che il bambino sperimenti le proprie sensazioni, leemozioni e la relazione con gli altri traducendoli nel linguaggio delcorpo. Risultato che cercheremo di raggiungere attraverso il meccanismo delpassaparola, o meglio del “passalastoria”: l’elaborato prodotto in ognifase di lavoro da una classe sarà integrato e concluso dai coetanei deglialtri istituti. Tutti gli studenti coinvolti parteciperanno, quindi, allascrittura dei tanti piccoli pezzi delle cinque storie, ideate in sinergiatra circa 100 bambini, condividendo le esperienze reciproche e partecipandoattivamente alla realizzazione di un elaborato finale sotto forma die-book”. Dopo il successo degli scorsi anni, il Progetto “Sorrisi” siprepara a conquistare ancora una volta l’attenzione e la curiosità dei piùpiccoli, delle famiglie e dell’intero mondo scolastico calabresecontribuendo a promuovere, tra tradizione e innovazione, metodologiedidattiche ed educative originali e coinvolgenti.



Testata Registrata al Tribunale Catanzaro N.R. 1078/2011 N.R.S. 12   |   Direttore Responsabile Alessandro Manfredi   |   P.Iva 00951000793 Mediagraf
Tutti i diritti riservati ©   |   Autorità per le garanzie nelle comunicazioni - ROC NR. 21658 2code 2code