Processo Laria, assolto Abramo perché il fatto non sussiste

Catanzaro, Lunedì 12 Marzo 2018 - 19:36 di Redazione

Il sindaco Sergio Abramo è stato assolto con formula piena, perché il fatto non sussiste, dall’accusa di falsa testimonianza e di aver reso false dichiarazioni al pubblico ministero nell’ambito del procedimento penale all’ex assessore comunale in carica fino al 2005, Caterina Laria. La Procura aveva chiesto nel 2012 il rinvio a giudizio per il primo cittadino e per il compianto vescovo emerito Antonio Ciliberti, coinvolto nel medesimo procedimento. Gli avvocati difensori, Enzo Ioppoli e Amedeo Bianco, ottennero il giudizio immediato per pervenire nel più breve tempo possibile ad una definizione positiva della vicenda. Dalla prima udienza, fissata nell’aprile 2013, e dopo una lunga serie di rinvii, nel corso dell’ultimo dibattimento è stata scongiurata la contestazione a carico del sindaco e il giudice ha pronunciato sentenza di assoluzione perché il fatto non sussiste. “Finalmente si è chiusa una vicenda giudiziaria -  ha commentato Abramo - rispetto alla quale ho sempre avuto fiducia nell’operato della magistratura affinché si potesse spazzare via ogni dubbio sulla correttezza della mia persona”.

 



Testata Registrata al Tribunale Catanzaro N.R. 1078/2011 N.R.S. 12   |   Direttore Responsabile Alessandro Manfredi   |   P.Iva 03453040796 Media Web srls
Tutti i diritti riservati ©   |   Autorità per le garanzie nelle comunicazioni - ROC NR. 21658 2code 2code