Rissa davanti ad un locale, arrestati tre cittadini extracomunitari a Catanzaro

Catanzaro, Lunedì 05 Marzo 2018 - 14:01 di Redazione

Per motivazioni ancora  in corso di accertamento investigativo, danno luogo ad una rissa davanti ad un locale: tratti in arresto tre cittadini extracomunitari. E’ accaduto nel quartiere di Catanzaro Lido nella serata di sabato. I tre cittadini extracomunitari, mentre si trovavano davanti ad un locale notoriamente frequentato dai giovani catanzaresi e universitari,  avevano un diverbio che, in breve, si trasformava in una violenta e fulminea rissa. La Squadra Volante giunta sul posto, in via del Mare, su segnalazione della Centrale Operativa, trovava i tre autori dell’atto criminoso, due cittadini del Senegal e uno del Gambia, ancora con le mani insanguinate, e nelle vicinanze ancora accasciato e tramortito un giovane italiano, che presentava una vistosa ferita sanguinante, sulla guancia sinistra. Quest’ultimo additava i tre extracomunitari quali autori di un aggressione perpetrata ai suoi danni senza apparente motivo e con efferato accanimento e riferiva che, mentre in due lo bloccavano dalle braccia, il terzo, successivamente identificato per JALLOW Ibrahim, lo colpiva violentemente al volto con una bottiglia rotta. In aiuto della vittima sarebbe intervenuto un suo amico che nella colluttazione  era finito più volte a terra nel tentativo di schivare colpi inferti con la medesima bottiglia, e riportando per fortuna solo un vistoso taglio sul proprio giubbino. Tuttavia gli Agenti della Polizia non riuscivano a ritrovare la bottiglia usata per l’aggressione  poiché, anche secondo quanto confermato da numerosi testimoni presenti sul luogo del fatto, JALLOW Ibrahim l’aveva frantumata proprio poco prima dell’arrivo della Polizia. Al giovane assalito veniva diagnosticata una ferita lacero contusa sulla guancia sinistra, per la quale sono stati necessari  applicare  20 punti di sutura, con una prognosi di 25 giorni. I tre stranieri accompagnati negli Uffici del Commissariato di Catanzaro Lido, per le attività di rito, sono stati compiutamente identificati e tutti avevano a loro carico numerosi precedenti penali. JALLOW Ibrahim già nella giornata precedente, era stato segnalato alla competente Autorità Giudiziaria, per i reati di violenza, resistenza e minaccia a P.U., e  annovera diversi precedenti per possesso ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. FALL Mbodje con precedenti penali per il reato di resistenza a P.U. ed attualmente destinatario del Provvedimento di Divieto di ritorno nel Comune di Catanzaro. KA Adama con precedenti per il reato di rapina, attualmente sottoposto alla misura cautelare dell’Obbligo di presentazione alla P.G., ed anche segnalato per la sistematica violazione di tale misura. Tutti tre sono stati deferiti in stato di arresto all’Autorità Giudiziaria, per il reato di lesioni personali aggravate in concorso, ed è stato richiesto il Nulla Osta all’espulsione, avendo accertato la loro irregolarità sul territorio nazionale. Infatti FALL Mbodje è già destinatario di un Provvedimento di Espulsione, mentre JALLOW Ibrahim e KA Adama, seppure richiedenti un permesso per i Asilo Politico, sono stati raggiunti da un  provvedimento di diniego della competente Commissione per lo status di Rifugiato.  

 



Testata Registrata al Tribunale Catanzaro N.R. 1078/2011 N.R.S. 12   |   Direttore Responsabile Alessandro Manfredi   |   P.Iva 03453040796 Media Web srls
Tutti i diritti riservati ©   |   Autorità per le garanzie nelle comunicazioni - ROC NR. 21658 2code 2code