Gare appalti truccate, Gratteri: "In nome del denaro si è disposti a tutto" (VIDEO)

Catanzaro, Martedì 06 Febbraio 2018 - 13:23 di Redazione

"Un manuale su come si trucca una gara, incontri in diversi ristoranti a Catanzaro, abbiamo scoperto un quadro sconcertante. Persone di Milano che arrivano qui per manipolare una gara con personale calabrese accomodante". Così il Procuratore della Repubblica di Catanzaro, Nicola Gratteri, a commento dell'operazione “La punta” che la Guardia di finanza di Catanzaro ha eseguito questa mattina. Arrestate e poste ai domiciliari quattro persone nell'ambito dell'inchiesta condotta dalla Procura della Repubblica del capoluogo su presunti illeciti nella gestione del servizio di elisoccorso in Calabria.     Gli arrestati sono Eliseo Ciccone, 65 anni, dirigente dell'Azienda sanitaria provinciale di Catanzaro, Salvatore Lopresti, 58 anni, dirigente della Regione Calabria e due manager di una società operante nel settore dell'elisoccorso, Monica Mazzei, 50 anni, direttore vendite di Babcock mcs Italia e Leano Bertola, 38 anni, direttore commercial Babcock mcs Italia. L'accusa nei loro confronti é di concorso in turbata libertà del procedimento di scelta del contraente.   

"Esiste il voto libero - ha aggiunto Gratteri stimolato da una domanda - perchè nella cabina si è liberi se si vuole, ma purtroppo gente disperata e gente con poca etica si tivolge alla mafia perchè dà risposte che la politica mediocre non dà". In merito all'operazione odierna i procuratori hanno spiegato come siano state fondamentali le attività di indagini, fatte di intercettazioni e controllo delle mail.

Guarda interviste



Testata Registrata al Tribunale Catanzaro N.R. 1078/2011 N.R.S. 12   |   Direttore Responsabile Alessandro Manfredi   |   P.Iva 03453040796 Media Web srls
Tutti i diritti riservati ©   |   Autorità per le garanzie nelle comunicazioni - ROC NR. 21658 2code 2code