A Lido benedetta la scultura sacra di Leonardo Vigna

Catanzaro, Mercoledì 11 Ottobre 2017 - 08:41 di Redazione

È stata benedetta da Padre Piotr Anzulewicz vice parroco della Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù lunedì scorso nel piazzale adiacente il porto nel quartiere marinaro, l’ultima opera sacra realizzata dallo scultore itinerante Leonardo Vigna, “La Risurrezione” presente alla cerimonia oltre all’autore e ad un gruppo di fedeli, anche l’Assessore ai lavori pubblici Franco Longo in rappresentanza dell’Amministrazione. Si tratta di una scultura scolpita su vecchio arbusto d’ulivo completo di radice, che rappresenta, secondo l’autore, Gesù che risorge dalla terra, al centro intorno ai piedi della statua sono presenti tre monti, che riproducono i tre colli di Catanzaro un omaggio che Vigna dedica alla città che lo accolse tanti anni fa. Molto devoto al Sacro cuore di Gesù, Vigna partecipa attivamente a tutte le attività della parrocchia nel quartiere Lido, avvicinandosi sempre di più a quel mondo che lo porterà nel tempo a realizzare le sue sculture religiose: le tavole dei dieci comandamenti che dona alla parrocchia del Sacro Cuore a Lido, la croce dei cinque continenti che nel 2000 regala al Papa Karol Woytila, La Trinità e per ultimo la resurrezione di Gesù. “Spero un giorno di poter realizzare un museo a Catanzaro aggiunge Vigna, - affermando che i contatti con l’amministrazione comunale di Catanzaro per trovare un luogo idoneo sono a buon punto, pertanto la scultura resterà ancora per il momento nell’hangar del mercato ittico al porto custodita gelosamente dai pescatori – Ho già in mente la mia prossima scultura – prosegue Leonardo Vigna, rappresenterà la Madonna con il bambino in braccio con, alla base, i dodici apostoli o gli angeli, deciderò in base a quando avrò recuperato un altro vecchio arbusto d’ulivo che mi è stato offerto grazie alla disponibilità di un caro amico; i lavori inizieranno il mese prossimo. L’incontro con l’autore si conclude con un arrivederci al prossimo evento che, come ci ha anticipato, sarà un'altra importante opera sacra che dovrà portare alla realizzazione di un museo nella sua città di adozione. “Se questo non succederà ha aggiunto l’autore porterò tutte le mie sculture al mio paese natale, ma spero di non doverlo fare perché la mia vita si svolge qui nella mia città di adozione che è Catanzaro”.

Rosario Fittante  

Galleria fotografica

3 Foto allegate



Testata Registrata al Tribunale Catanzaro N.R. 1078/2011 N.R.S. 12   |   Direttore Responsabile Alessandro Manfredi   |   P.Iva 03453040796 Media Web srls
Tutti i diritti riservati ©   |   Autorità per le garanzie nelle comunicazioni - ROC NR. 21658 2code 2code